PioltelloToday

Pioltello, bomba esplode in un palazzo: porte e vetrate distrutte, evacuate ventisette persone

L'esplosione verso le due della notte. Nessuno è rimasto ferito, ma palazzo evacuato

Foto repertorio

Un boato che squarcia il silenzio. Vetri che si distruggono e porte che si "piegano" per l'onda d'urto. Poi, la massiccia evacuazione e la corsa contro il tempo per trovare un posto dove stare. 

È stata una notte da incubo a Pioltello, teatro di un'esplosione avvenuta verso le due in un condominio al civico 9 di via Dante, nella frazione di Limito. 

Bomba esplode in un palazzo a Pioltello

Secondo quanto finora ricostruito dai carabinieri, la deflagrazione si è verificata davanti alla porta di una casa al primo piano del palazzo. In quel momento, stando a quanto si apprende, all'interno dell'appartamento c'erano un uomo di quarantasei anni - un cittadino dell'Ecuador - e suo figlio di undici anni. 

Lo scoppio, potentissimo, ha causato danni sul primo, secondo e terzo piano, dove le finestre sono andate in frantumi e le porte sono state danneggiate. 

A conferma della violenza dell'esplosione, militari, i vigili del fuoco del distaccamento di Gorgonzola e la protezione civile hanno immediatamente evacuato tutto l'edificio - di quattro piani, abitato da dodici famiglie -, portando al sicuro ventisette persone. Nello scoppio fortunatamente non ci sono stati feriti, anche se tutti i condòmini erano evidentemente sotto shock. 

Bomba a Pioltello: allestito centro d'accoglienza

Uno dei primi ad arrivare in via Dante è stato il vicesindaco Saimon Gaiotto, che ha subito organizzato e allestito un mini centro d'accoglienza. 

"Non appena i pompieri ci hanno consentito di entrare nelle abitazioni, abbiamo fatto prendere lo stretto necessario - il suo racconto -. Otto persone sono state ospitate nel centro accoglienza presso l'oratorio di San Giorgio e le altre famiglie hanno preferito trovare accoglienza da amici e parenti". 

"Interverrà l'ufficio tecnico per verificare la stabilità, non tanto dell'edificio - sul quale non vi sono dubbi - ma di porte, inferiate e finestre. Speriamo - il suo auspicio - di dare in fretta quella tranquillità strappata bruscamente a queste splendide persone che si sono affidate a noi, nonostante lo spavento, con sorriso e pazienza. Sono soddisfatto e orgoglioso della nostra comunità, subito vicina alle persone evacuate e per la rapidità, professionalità e umanità dei soccorsi. Una comunità forte è anche questo. Non si dorme, ma è andata bene così".

"Le indagini - ha concluso il vicesindaco - sono a buon punto. Chiara la dinamica".

Esplosione a Pioltello, bomba in un palazzo di Limito

A indagare sull'esplosione - il cui movente è ancora tutto da chiarire - sono i carabinieri della tenenza di Pioltello.

I rilievi, iniziati subito dopo lo scoppio, sono andati avanti fino a martedì mattina per cercare di raccogliere tutti gli elementi utili sull'ordigno, con ogni probabilità una bomba rudimentale. 

Ai militari spetterà il compito di chiarire chi l'ha posizionata nell'edificio di via Dante e soprattutto perché.  

Bomba a Pioltello Limito: palazzo inagibile

Il condominio al civico 9 di via Dante, stando a quanto appreso, è stato dichiarato momentaneamente inagibile e il comune è già al lavoro per organizzare un'accoglienza migliore per le famiglie sfollate. 

"Adesso rimbocchiamoci le maniche per assistere le famiglie che sono state colpite da questo evento – le parole del sindaco, Ivonne Cosciotti -. Mi conforta però ancora una volta osservare come Pioltello abbia mostrato capacità di intervento, prontezza e solidarietà. Sono fiera di come tutti gli enti coinvolti hanno reagito per portare ordine e serenità in questa grave emergenza".

"In piena notte, in poco tempo gli sfollati sono stati sistemati, i vicini hanno ospitato bambini in un letto caldo, la parrocchia - ha concluso - ha aperto le sue porte. Cosa chiedere di più ad una città?".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento