PioltelloToday

Non paga lo strozzino della 'Ndrangheta: gli fa esplodere una bomba sul pianerottolo di casa

Arrestato un 25enne incensurato, sarebbe legato a una famiglia 'ndranghetista di Pioltello

Il pianerottolo distrutto dalla bomba

C'è una storia di di 'ndrangheta, estorsione e usura dietro la bomba esplosa a Pioltello, in via Dante Alighieri, il 10 ottobre 2017 intorno alla 1.20, che ha provocato danni ingenti ad una intera palazzina e l'evacuazione per ventisette persone. Dopo meno di un mese di indagini (coordinate da Ilda Boccassini e Paolo Storari della Direzione distrettuale antimafia di Milano), i carabinieri hanno arrestato il presunto responsabile del gesto.

Si tratta di un giovane di 25 anni — Roberto M. nato a Melzo e residente a Pioltello, incensurato — che, stando a quanto riferito dal comando provinciale dei carabinieri, apparterrebbe ad una famiglia della 'ndrangheta radicata nel territorio di Pioltello. Il 25enne è stato arrestato nella mattinata di lunedì 6 novembre, è accusato di detenzione di materiale esplodente, estorsione e usura con l'aggravante della modalità mafiosa. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal Gip Paolo Guidi.

La palazzina distrutta dalla bomba: il video

video-169

Secondo quanto emerso, il giovane nel marzo del 2017 avrebbe prestato 20mila euro a un ecuadoregno che viveva nella palazzina di via Dante al primo piano. I tassi di interesse altissimi avrebbero fatto lievitare la somma fino a 32mila euro e il giovane non sarebbe riuscito a restituire il denaro. Così il 25enne, gli avrebbe dato un ultimatum: ripagare il prestito entro la mezzanotte di lunedì 9 ottobre e avrebbe aggiunto: "Se non paga il figlio, paga il genitore, e vedrai quello che ti succederà lunedì". Un'ora e venti minuti dopo la scadenza avrebbe piazzato un ordigno davanti alla porta dell'abitazione. L'esplosione è avvenuta pochi istanti dopo e non ha causato danni solo all'appartamento della famiglia del giovane, ma a tutto lo stabile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo. Durante le indagini è emerso che il 25enne sarebbe il responsabile di un altro episodio criminale: il 25 luglio 2017 avrebbe picchiato a sangue un ragazzo di Pioltello per debiti di droga. Roberto M. si sarebbe presentato in un parchetto di Seggiano (frazione di Pioltello) e, davanti a numerosi bambini, lo avrebbe prima colpito con schiaffi e pugni, poi con un tubo di ferro. Infine si sarebbe impossessato della sua automobile. Il fatto è stato riferito dal 25enne a un conoscente durante una telefonata intercettata dai militari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento